Archivi tag: Nobile di Montepulciano

Il primo ciak fra neve e cinghiale

Eccoci di nuovo con Dora Forsoni, questa volta per iniziare le riprese del documentario. E’ il 14 dicembre 2009 e io, Marco e Tarek partiamo per Sanguineto sotto la prima nevicata dell’anno e temperature che di notte arrivano a 10 sotto zero. Di giorno seguiamo Dora nella vigna per la potatura e la sera ci sediamo a tavola con lei e la sua amica Patrizia per una sequenza di piatti e bottiglie che non dimenticheremo più. Dora è uno dei migliori cacciatori della zona di Montepulciano e una cuoca all’altezza delle sue prede, così dopo le salsicce di daino e i patè di fegatini, ecco tagliatelle al sugo di lepre, cinghiale al Nobile, fagianella al forno e filetto di capriolo, in perfetta sintonia con i vini di Sanguineto: il bianco (a base di uve della zona), l’IGT (uno straordinario Sangiovese in purezza), il Rosso di Montepulciano, il Nobile e la riserva. Ancora adesso, dopo un anno, quando ricordiamo quel primo weekend di riprese non possiamo fare a meno di mugolare di piacere .

Qui di seguito uno spezzone delle riprese a Sanguineto nell’inverno  scorso

 


FAQ…

Come nasce Senza Trucco? Ho conosciuto Giulia nel Giugno del 2006, su un set a Torino… No, forse l’ho presa troppo alla lontana. Facciamo un salto in avanti di tre anni. E’ l’autunno del 2009: fra poco andremo ad abitare insieme e una sera, a cena, si fanno due chiacchiere davanti a una bottiglia di Catarratto di Nino Barraco (dimenticavo, nel frattempo ho cominciato ad apprezzare i vini naturali, anche perché con lei non ci sono molte alternative). Non so chi ha lanciato l’idea di girare qualcosa sulle donne che producono vino biologico, ma di sicuro tutti e due pensiamo subito a Dora. Lei l’ha conosciuta a Spoleto; io ho visto solo l’intervista che Giulia le ha fatto, ma l’energia di quella donna mi ha colpito in un modo indelebile. Se abbiamo deciso subito di andare a Sanguineto sinceramente non me lo ricordo, ma di certo Dora è la scintilla che ha messo in moto tutto. Avevamo l’idea; abbiamo trovato una camera; Giulia avrebbe fatto la regia e io, ovviamente, il fonico: mancava solo un operatore… ma questa è un’altra storia.


L’incontro con Dora

E’ iniziato tutto per caso, un anno e mezzo fa. Allora lavoravo ancora per Porthos ed ero a Spoleto per Vini nel mondo 2009, proprio nel banchetto vicino a quello dei Poderi di Sanguineto. Dora si è presentata con un bicchiere del suo Rosso di Montepulciano e, quando si è accorta del mio entusiasmo, è arrivata con un’intera bottiglia di Nobile e metà del pranzo che le aveva preparato la sorella. Mi sono innamorata subito della generosità di Dora e di quel vino che mi sembrava così diverso da tutti i toscani che avevo assaggiato fino a quel momento. Avevo appena comprato una videocamera nuova e quella con Dora è stata la prima intervista: mi sono subito resa conto che, nonostante la sua timidezza, quel viso segnato e quella figura esile bucavano lo schermo. L’idea del documentario è nata soltanto mesi dopo, in pieno inverno, ma quando abbiamo pensato a un film sul vino naturale, il viso di Dora è stato la prima cosa che mi è venuta in mente.

Ecco il video girato a Spoleto nel giugno del 2009.


ELIANA NEGRONI

Double passion: jewels and wine | talking about unconventional jewellery and wine experiences

Decrescita Felice Social Network

Il documentario sulle donne del vino naturale

GustoVino

Il documentario sulle donne del vino naturale

armadillo bar | vino-cibo e musica

Il documentario sulle donne del vino naturale

Intravino

Il documentario sulle donne del vino naturale

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Carta Igienica

Riflessioni da bagno nell'Italia che scoppia