Archivi tag: Nicoletta Bocca

Finalmente a Roma!

Diciamocela tutta. Roma mancava proprio all’appello. Dopo Torino, Genova (2 volte), Trento e Bologna, non essere ancora riusciti a vedere proiettato Senza Trucco nella nostra città era per noi motivo di grande dispiacere. Anche perchè Marco è qui da più di vent’anni, io da dieci e i numerosi amici, del mondo sia del cinema che del vino, è un po’ che stavano scalpitando per vedere il nostro documentario su un grande schermo. L’occasione si è presentata con la manifestazione di Tiziana Gallo Vini Naturali a Roma, durante la quale saranno presenti ben tre delle nostre protagoniste. Vuoi non collegare la proiezione all’evento? E infatti, grazie a Doc/it (Associazione Documentaristi Italiani), siamo riusciti ad ottenere la sala del Piccolo Apollo per una serata tutta all’insegna di Senza Trucco. Ad introdurci sarà un grande amico e regista, Giovanni Piperno, e, subito dopo la proiezione, ci sarà un dibattito con un altro grande regista, che abbiamo anche in questo caso la fortuna di definire amico, Jonathan Nossiter, l’autore di un documentario che mi ha segnata particolarmente, Mondovino. Accanto a noi ci sarà la nostra protagonista Nicoletta Bocca, che non manca mai in queste occasioni, perchè – come dice lei – “noi Piemontesi siamo fedeli”. E la serata non può che chiudersi con una degustazione: oltre alle bottiglie di Dora (Poderi Sanguineto), di Nicoletta (San Fereolo) e di Elisabetta Foradori, avremo con noi anche Bruna Ferro, che ci farà assaggiare la Barbera Asinoi della sua azienda, Carussin, e Giovanni Scarfone, con alcune bottiglie di Bonavita.

Mi emoziona sempre molto proiettare il film in grande, ma questa volta sono addirittura più felice delle altre volte. In questo caso, infatti, non ci hanno invitati a un festival o a una rassegna, ma siamo stati noi a volere la prima romana del nostro documentario e a organizzare tutto perchè ciò fosse possibile. Speriamo che sarete in tanti a partecipare, anche perchè il nostro proposito è di trasformare venerdì 10 febbraio in una vera e propria festa di Senza Trucco, in cui gli amici, ma anche solo gli appassionati di cinema e di vino, potranno condividere con noi la magia di questo piccolo film che ci continua a dare, giorno dopo giorno, tante soddisfazioni.

L’appuntamento è venerdì 10 febbraio, alle 20.15,  al Piccolo Apollo (Via Conte Verde, 51 / Itis Galilei) a Roma. L’ingresso è gratuito con una sottoscrizione a sostegno dell’attività del Piccolo Apollo.


Vini per non dimenticare

Esco da queste vacanze con le ossa ammacate. Al passaggio dell’anno, quasi centenaria, se n’è andata la mia nonna paterna, portandosi via tutto un secolo di racconti, episodi, aneddoti e piatti. Sì, perchè nemmeno ventenne già faceva la cuoca in un grande albergo di Sanremo, di fronte al Casinò, dove ha conosciuto mio nonno, che era pasticcere nella stessa cucina. Appena scoppiata la guerra si sono trasferiti a Chiavari e hanno aperto una delle più importanti panetterie della Riviera di Levante. Giusto poche righe perchè devo a lei le mie prime passioni gastronomiche, fra cui la mitica zuppa di ceci con gli zampini di maiale e le triglie fritte, gli gnocchi con il ragù di funghi e la frittata con le patate tagliate a brichèt (fiammifero). Mi spiegava che i miei bisnonni, prima di cantare in coppia e di ballare il tango sui tavoli, non si facevano mai mancare una bottiglia e mi ha insegnato che un bicchiere di vino, quando sa accompagnare una pietanza, diventa il migliore commensale che si possa immaginare. Ho brindato alla sua memoria per giorni interi, scegliendo etichette che l’avrebbero entusiasmata, genuine e schiette come era stata lei. Le voglio condividere con voi e  approfittare di produttori amici per parlare di mia nonna e del suo ricordo per raccontare vini. Dinavolo 2006 di Giulio Armani, talmente stupefacente che ne ho comprato due bottiglie di riserva, per non correre il rischio che prima o poi non se ne trovino più. Barbera 2005 della Stoppa, di cui fortunatamente ho ancora una Magnum ben nascosta in casa, con il suo strano potere di fare tornare al passato. E poi la Barbera Lia Vì di Carussin, La Nosiola Fontanasanta di Elisabetta Foradori, il Moscato d’Asti di Ca’ Ed Balos, il Lambrusco Barbacane di Quarticello e, infine, il San Fereolo 2006, aperto per essere vicini col pensiero a Nicoletta e ricordare, in questo modo, anche la sua di perdita.

 

 

 


Bochaert e Sua Altitudine

Stamattina stavo per mettere mano a un pezzo su un produttore di un’isola sarda, quando ho aperto facebook e ho scoperto che Nicoletta Bocca in nottata ha postato le sue impressioni sulla vendemmia. Con tutta la buona volontà, chi non fa il vino non sarà mai in grado di parlarne in termini simili e così ho deciso di lasciare la parola a lei e di pubblicare le sue parole.

“Ad un certo punto della vendemmia arrivano serate come questa in cui, quando tutto il lavoro è finito, i rimontaggi fatti, mastelli, secchi e pompe sciacquate, decidi di rimanere lì, di fermarti in cantina per goderti la soddisfazione dell’annata che ti sei portato a casa. Gli altri se ne vanno e dopo un po’ quello che credevi fosse silenzio si riempie di un brusio profondo e sacrale. E’ la fermentazione. Ogni vasca dice la sua e non serve più nemmeno metterci l’orecchio contro. E come un grande e stupefacente suono che si espande ovunque, spingendo sulla volta della cantina. E’ la forza della vita che trasforma, che ti sembra di non poter percepire preso nelle tue inutili cose e che invece procede inarrestabile. E’ un momento che dura pochi giorni, quello della pienezza di questo suono, in cui capisci che, che tu ci sia o non ci sia, tutto continua e continuerà per sempre. Ma invece di darti tristezza o senso di vuoto, questa cosa ti rassicura, perchè capisci che in questo giro della vita eterna devi esserci dentro per forza anche tu in qualche modo. Allora torni a casa, perché il pensiero dell’eternità ti ha fatto venire appetito, ti cucini cinese come puoi con i pesci eccelsi del siciliano, e ti apri una bottiglia di Heimbourg di Zind Humbrecht del 1998. In fondo te lo meriti: tu, il concerto per lieviti zuccheri e carbonica, l’annata in cantina, le persone a cui stai pensando e a cui stai perdonando tutto, e che stanno, sfuocate, anche loro in questa beatitudine”.

E siccome ormai il timbro di questo post è intimista, vi regalo una chicca, una delle parti più belle del girato a San Fereolo: Nicoletta che ci racconta la sua doppia natura, di Capitano Bochaert e Sua Altitudine.


Si riparte!

In tutti i sensi. Nemmeno il tempo di rientrare e già nel pomeriggio si risale in macchina per andare a Chiavari. Per domani, venerdì 16, la FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) Sezione Tigullio ha infatti organizzato una serata tutta per noi, una specie di festeggiamento per i due premi ricevuti durante l’estate, al Festival Siciliambiente per il documentario e al bancarel’Vino per il libro. L’appuntamento è alle 20.30 nel Parco di Villa Rocca: prima ci sarà la proiezione di Senza Trucco, poi la presentazione di Divinando e, a partire da questa, una “degustazione astrologica”, durante la quale si cercheranno di scoprire i punti in comune fra i segni zodiacali delle persone del pubblico e le etichette proposte. I banchi d’assaggio li ha organizzati Paolo Cogorno, l’ideatore della manifestazione Vino…Naturalmente…Vino!!! che ha coinvolto, oltre alle sommelier donne della FISAR Tigullio-Cinque Terre, ben cinque produttori, che parteciperanno alla serata portando i loro vini. La vera sorpresa è che fra di loro ci sarà Nicoletta Bocca, la nostra protagonista, che ci fa un regalo ogni volta che ci onora della sua presenza. Poi si potranno assaggiare la Favorita e il Moscato di Ca’ ed Balos, i vini dell’Azienda Quarticello, quelli di Ca’ Richeta e il Vermentino Ponte di Toi di Stefano Legnani. Io e Marco naturalmente saremo lì. Che bello, forse siamo fra le poche persone contente che l’estate stia finendo…


Sogno o son desto?

Grafica di Carina Wachsmann

E’ proprio questa la copertina! Qualcuno di voi, che ha già assistito alla proiezione di Genova o a quella di Torino, ha avuto modo di vedere “fisicamente” il dvd, ma, siccome inizieremo le spedizioni soltanto lunedì prossimo, appena rientrati a Roma, vogliamo darvi un’anticipazione, così finalmente siete sicuri che Senza Trucco esiste ed è in arrivo…

La soddisfazione che ci hanno dato le prime due visioni pubbliche è stata davvero unica: in entrambi i casi la gente in sala era entusiasta e tutte le persone che ancora non conoscevano i vini naturali hanno fatto un sacco di domande e si sono sperticate in apprezzamenti nei confronti delle nostre quattro protagoniste, della fotografia, del montaggio, del suono, delle musiche, e anche (mirabile dictu) della regia. E ieri Andrea Scanzi ci ha citati sul Fatto Quotidiano accanto a Mondovino, come “documentario di culto”. Ci stiamo godendo queste giornate di gioia, sperando che possano continuare e che ci diano la possibilità di girare altri documentari, magari con alle spalle una produzione che ci finanzi…

A questo punto la prevendita è finita e possiamo iniziare a vendere i dvd direttamente qui dal blog, spedendoli non appena ci vengono ordinati. Il costo, d’ora in poi, sarà di 15 euro + 2 euro di spese di spedizione e ringraziamo davvero con tutto il cuore coloro che ci hanno aiutati con la cifra “sostegno” di 20 , perchè senza di loro il documentario non sarebbe mai uscito. E’ stata una bellissima attestazione di stima e la dimostrazione che, quando viene un’idea originale e si chiede un intervento per una produzione dal basso, a volte i sogni si realizzano.

Grazie davvero. Marco e Giulia


Dopo la Prima

Eccoci in partenza da Torino e, ora che siamo riusciti a riassorbire le emozioni delle due serata d’inizio, forse riusciamo anche a essere più lucidi! La proiezione di giovedì è stato un momento davvero indimenticabile: i biglietti erano esauriti già alle 5 del pomeriggio e la sala era stracolma. Un sacco di amici, parenti, blogger, compagni di scuola ed ex allievi… C’era una rappresentanza per tutte le fasi della mia vita. Già quello sarebbe bastato per rendere la serata unica. E poi la proiezione, perfetta (come non sempre accade nei festival), con una vera e propria ovazione alla fine. Delle nostre produttrici c’era in terza fila Nicoletta, emozionata come noi, con Pietro accanto. Quando siamo usciti dal cinema, ci sentivamo un po’ come dopo il matrimonio: una fila interminabile di persone che venivano ad abbracciarci e a complimentarsi. E, finalmente, abbiamo potuto consegnare a mano i primi Dvd!
Qui potete vedere il video con l’intervento di Marco prima della proiezione e il mio, alla fine del film.

E poi, la sera dopo al Bordò, con Chiara e Francesca Bordonaro che hanno preparato una festa stupenda proprio per Senza Trucco. Anche loro sono tutte donne nel locale e ci è sembrato il posto perfetto per brindare con i vini delle nostre quattro protagoniste. Avevamo un mare di bottiglie e non ci siamo certo risparmiati; così, bicchiere dopo bicchiere, anche tutti gli amici che non conoscevano i vini naturali si sono innamorati dell’SP68 di Arianna Occhipinti, del San Fereolo, del Rosso e del Nobile di Montepulciano di Sanguineto e del Teroldego di Elisabetta Foradori. Avevamo anche i vini di altre due produttrici naturali, per completare la serata: la Favorita di Ca’ ed Balos e la Barbera di Carussin.
Torino ci ha regalato un’esperienza indimenticabile e stamattina partiamo un po’ a malincuore. Ora ci aspetta un doppio appuntamento in settimana a Genova, ma di questo vi parlerò domani…


Ecco la data della Prima!

Ce l’hanno appena comunicato: Senza Trucco verrà proiettato giovedì 2 giugno alle 22.30 al Cinema Massimo di Torino, in concorso al Festival Cinemambiente. Naturalmente contiamo su una partecipazione di massa da parte di tutti gli amici sotto la Mole, i vecchi compagni di scuola, di università, anche di asilo, se possibile… Per non parlare di giornalisti, blogger, ex allievi. Insomma: il fatto che la prima sia proprio a Torino mi dà l’occasione per chiamare a raccolta tutti quelli che hanno avuto la (s)fortuna di incontrarmi sulla loro strada! Ora che la data è ufficiale lo posso ammettere: sono davvero emozionata. Dietro Senza Trucco ci sono due conti in banca (esauriti), un anno e mezzo di lavoro, tanti amici pazienti e disponibili e quattro donne meravigliose.
Vorrei spiegarvi a voce cosa provo. E forse lo posso anche fare. Se vi va di riascoltare l’intervista che mi ha fatto Nicola Roumeliotis su LifeGate Radio, basta andare su http://www.lifegate.it/scripts/pop_wmaPlayer.cfm?PageID=31624 e aspettare circa 20 minuti dall’inizio della trasmissione. E fatemi sapere se vi ho fatto venire voglia di partire per venire a vedere la Prima a Torino!


Dieci giorni dopo

Produttore, regista, ufficio stampa, ufficio eventi, blogger… Però, in realtà, siamo soltanto io e Marco e quando si tratta di stare in studio 10-12 ore davanti agli ultimi ritocchi del film, per forza di cose qualcosa deve venire sacrificato e, in questo caso, è toccato al blog. Ecco perchè nessuno ha saputo più niente dopo la presentazione alla Fnac di Verona e il sevizio sulla Home Page di Repubblica.it
La trasferta veronese è stata davvero emozionante e la proiezione di alcuni estratti dal film all’interno della Fnac ci ha consegnato i riscontri che cercavamo. Mancava Dora, però le altre tre produttrici protagoniste di Senza Trucco erano presenti e soprattutto entusiaste. Elisabetta Foradori ci ha anche confessato di essersi commossa riascoltando la parte in cui parlava di suo padre… Nel video che segue, girato da Andrea Gori, alcuni momenti della presentazione:

Ora tutti ci chiedono con insistenza quando potranno vedere il documentario per intero e quando riceveranno il Dvd che hanno preacquistato. Finalmente possiamo dare delle indicazioni, perchè mercoledì (sì, proprio dopodomani!) stamperemo la copia master definitiva da cui, durante la prossima settimana, faremo i Dvd.
Per la spedizione aspettiamo soltanto di capire quando potremo fare la prima nazionale (in cui è fondamentale che il film sia inedito) e questo dipende dal Festival che proietterà per primo Senza Trucco. Insomma: manca davvero poco e di questo dobbiamo ringraziare anche voi! Ancora un pochino di pazienza e speriamo che sarete così contenti del film da dimenticare il periodo di attesa!


Senza Trucco su Repubblica.it

Grazie all’entusiasmo e alla tempestività di Serena Guidobaldi, giornalista di Repubblica-D, Senza Trucco è approdato sulla homepage di Repubblica.it con una lunga serie di foto e di video tratti dal film.
Seguiteci su:
http://d.repubblica.it/argomenti/2011/04/07/news/vinitaly-277367/?ref=HRLV-10
e postateci sulle vostre pagine!
Se poi siete a Verona (magari per il Vinitaly) venite alla presentazione del documentario alla FNAC, via Cappello 34, venerdì 8 aprile ore 18.00.
Vi attende la proiezione di una succosa anticipazione dal documentario e un brindisi con le nostre quattro protagoniste.


In partenza per Verona!

Domattina presto si parte… Tutto pronto. Speriamo. Il DVD con gli estratti del documentario c’è, la videocamera anche e idem locandine e volantini per sponsorizzare l’evento. E’ la prima uscita pubblica di Senza Trucco e, sì, dobbiamo ammetterlo, siamo emozionati. Ci hanno appena mandato il comunicato stampa, direttamente dalla Fnac di Verona, e noi così lo pubblichiamo, sperando che qualcuno di voi abbia voglia di unirsi a noi e brindare con i vini delle nostre quattro protagoniste!

VENERDì 8 APRILE, ore 18.00

Forum Fnac, via Cappello 34

37121 Verona


 

 

 

Libri – Gusto

 

 

SENZA TRUCCO: LE DONNE DEL VINO

 

 

In concomitanza con la Fiera Vinitaly, Fnac ospita Giulia Graglia e Marco Fiumara, autrice e produttore del documentario Senza Trucco. Giulia Graglia è inoltre autrice del libro Divinando, le stelle nel bicchiere (Romano editori)

 

Quattro donne, quattro stagioni, una vendemmia. Quattro produttrici di vino naturale che lavorano in vigna e lavorando raccontano le loro storie. Ognuna di loro è ripresa in una stagione diversa e in un diverso periodo dei lavori annuali in vigna e in cantina. Sono i momenti migliori per conoscerle da vicino, perché sono spesso da sole, a tu per tu con la campagna, o con giusto i figli e le persone più care a dar loro una mano. Poi, per tutte, viene il momento della vendemmia: le corse in vigna per cogliere i grappoli alla giusta maturazione; il va e vieni dei trattori e dei lavoranti; l’odore dell’uva appena spremuta che già annuncia il mosto e il vino che verrà. Per questo, pur essendo nominalmente un documentario sul vino naturale, Senza Trucco appartiene di diritto al genere del ritratto umano, dove i testimoni e i loro racconti costituiscono il perno principale della narrazione.

 

Al termine dell’incontro verrà offerta una degustazione a cura delle cantine: Sanguineto – San Fereolo – Foradori – Arianna Occhipinti


Per contatti con gli autori e altri materiali stampa:

 

 

Comunicazione Fnac Verona
Via Cappello, 34
37121 Verona

comunicazione.verona@fnac.it
Tel. 045-8063811
Tel. 045-8063887dir
Fax. 045-8063899


ELIANA NEGRONI

Double passion: jewels and wine | talking about unconventional jewellery and wine experiences

Decrescita Felice Social Network

Il documentario sulle donne del vino naturale

GustoVino

Il documentario sulle donne del vino naturale

armadillo bar | vino-cibo e musica

Il documentario sulle donne del vino naturale

Intravino

Il documentario sulle donne del vino naturale

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Carta Igienica

Riflessioni da bagno nell'Italia che scoppia