Archivi tag: Adriano Zago

Spunti di riflessione per il weekend

Magari siete già tutti in spiaggia, o pronti a partire per un weekend lontano dal pc, però per i pochi che resteranno a scartabellare fra questioni enologiche on line, ho pensato di pubblicare i video di due interessanti interventi sulla viticoltura naturale. Il primo è di Adriano Zago, agronomo biodinamico, e il secondo è di Giacomo Mastretta, produttore dell’Azienda La Porta di Vertine, nel Chianti Classico, che lavora in regime biologico. La questione è sempre la stessa: sembra quasi che ci si debba giustificare per avere scelto di non adoperare sostanze chimiche. Eppure, dalle parole dei due intervistati, inizia a emergere chiaro un concetto: forse lavorare in biologico o biodinamico è davvero una condizione “naturale” per l’uomo. Saranno forse gli utilizzatori di prodotti di sintesi a doversi fare un esame di coscienza e a iniziare a denunciare sulle etichette delle bottiglie che quello che si sta bevendo non è soltanto frutto della terra e del lavoro dell’uomo…

In chiusura, un post scriptum enorme per chi si trova dalle parti di Roma: l’appuntamento per stasera all’Enoteca Aimi di Morlupo, all 21, con la proiezione di Senza Trucco e la degustazione guidata dei vini delle nostre quattro protagoniste. Se volete venire fate un colpo di telefono a Ettore!

(0690190200)



Vino a emissione zero – prima parte

Essere invitata a un convegno che ha come tema: “Biologico, Biodinamico, Naturale, Ecologico. Analisi e prospettive della comunicazione” come regista di Senza Trucco mi ha fatto capire che forse il nostro documentario inizia a non essere più tanto piccolo. La cornice mercoledì scorso era suggestiva, la Sala delle Feste della Contrada di Gracciano a Montepulciano, e i partecipanti alla tavola rotonda voci autorevoli sia della produzione che della comunicazione enologica. Michele Manelli di Salcheto,  Azienda produttrice di Montepulciano Carbon Free, è riuscito ad aprire la tre giorni del Seminario Estivo 2011 della Fondazione Symbola con un incontro davvero interessante, dove si è discusso soprattutto di come comunicare al meglio l’esistenza dei vini naturali e fare capire a un pubblico non addetto ai lavori perchè dovrebbe comprare una bottiglia da produzione biologica o biodinamica invece che la solita etichetta convenzionale. I punti di vista erano svariati e rappresentavano diverse realtà, così ho pensato di riprendere il più possibile con la mia piccola handycam per potervi riproporre sul blog le fasi salienti della serata. Per non dover selezionare troppo per questioni di spazio, vi proporrò nei prossimi giorni i vari interventi quasi per intero, partendo dall’introduzione di Michele Manelli e dal discorso di Domenico Andreis, coordinatore Salcheto Carbon Free.


ELIANA NEGRONI

Double passion: jewels and wine | talking about unconventional jewellery and wine experiences

Decrescita Felice Social Network

Il documentario sulle donne del vino naturale

GustoVino

Il documentario sulle donne del vino naturale

armadillo bar | vino-cibo e musica

Il documentario sulle donne del vino naturale

Intravino

Il documentario sulle donne del vino naturale

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Carta Igienica

Riflessioni da bagno nell'Italia che scoppia