LE BARRIERE VERDI A PROTEZIONE DEI VIGNETI BIOLOGICI

Eccoci al nostro consueto appuntamento settimanale con gli articoli di Enrico Druetto. Mi rendo sempre più conto che la sua visione, che potrebbe sembrare romantica e bucolica, non è che il portato di una conoscenza antica, dei tempi in cui nella natura si cercava una collaboratrice e non un nemico da annientare.

Spesso i vigneti biologici si trovano vicino a vigneti, campi, frutteti che biologici non sono. E’ lecito chiedersi come si possa riuscire a garantire la salubrità del raccolto in queste condizioni.

Barriera di "avena altissima", cresciuta spontaneamente, e meli selvatici

Barriera di “avena altissima”, cresciuta spontaneamente, e meli selvatici

Di nuovo la natura ci mette a disposizione potenti mezzi per realizzare i nostri intenti. Per esempio i bellissimi iris (iris germanica) riescono ad accumulare nel loro rizoma grandi quantità di sostanze inquinanti sottraendole al terreno circostante; le comunissime canne (arundo donax), oltre a fornire alle viti tutori completamente biodegradabili e rinnovabili, si comportano da barriera frangivento bloccando con le loro foglie polveri asperse nell’aria; e ancora graminacee come l’avena, che cresce spontanea nei campi non diserbati (avena altissima), possono creare coi loro steli lunghi e sottili dei veri e propri “filtri” per l’aria che proviene dalle vicine coltivazioni.

Oltre a favorire e gestire l’insediamento di queste specie spontanee, io ho impiantato le nuove vigne a debita distanza dai confini dei miei terreni. Apparentemente potrebbe sembrare uno spreco di superficie coltivabile (oltre il 10% della coltivazione stessa), in realtà questo approccio alla gestione del suolo non sta dando risultati solo per quanto riguarda la pulizia del terreno ma inaspettatamente anche come rifugio per l’avifauna locale. Probabilmente l’agricoltura di tipo intensivo ha lasciato pochi spazi per la nidificazione degli uccelli o per le tane di topolini campestri, lepri, ecc.

Bulbi di Iris Germanica raccolti in prati stabili. In pochi anni creeranno delle vere e proprie bordure ai confini del vigneto, che serviranno per filtrare l'acqua proveniente dalla parte più alta della collina.

Bulbi di Iris Germanica raccolti in prati stabili. In pochi anni creeranno delle vere e proprie bordure ai confini del vigneto, che serviranno per filtrare l’acqua proveniente dalla parte più alta della collina.

Spesso durante i lavori estivi mi è capitato di vedere leprotti uscire dalle barriere di avena spontanea e avventurarsi all’interno della vigna a brucare un po’ di erba medica, oppure quaglie nascondersi sotto i ciuffi più alti per sfuggire allo sguardo dei corvi. Con tutta questa vita intorno, mi sono ricordato di quando vendemmiavo coi nonni, tanti anni fa, e in mezzo alle viti si trovavano i nidi dei passerotti…


One response to “LE BARRIERE VERDI A PROTEZIONE DEI VIGNETI BIOLOGICI

  • Francesco Petroli

    Interessante e prendo spunto per porre una domanda che più volte mi sono posto quest’estate durante il mio viaggio in Borgogna: come si fa a garantire un prodotto incontaminato in una realtà in cui la singola vigna arriva anche a essere suddivisa in 50/80 produttori diversi, con mentalità e conduzioni diverse del vigneto? Addirittura c’è chi possiede un unico filare e certamente non può impedire che il titolare del filare vicino non tratti.
    Saluti,
    Francesco

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ELIANA NEGRONI

Double passion: jewels and wine | talking about unconventional jewellery and wine experiences

Decrescita Felice Social Network

Il documentario sulle donne del vino naturale

GustoVino

Il documentario sulle donne del vino naturale

armadillo bar | vino-cibo e musica

Il documentario sulle donne del vino naturale

Intravino

Il documentario sulle donne del vino naturale

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Carta Igienica

Riflessioni da bagno nell'Italia che scoppia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: