Vini Naturali a Roma 2011

Io forse sono di parte, però Vini Naturali a Roma mi entusiasma ogni anno di più. Sarà perchè ormai questo mondo è una sorta di grande famiglia e, girando fra i banchi dei produttori, ho davvero l’imperssione di trovarmi fra un sacco di amici. Ma credo che dipenda soprattutto dal fatto che i vini assaggiati si dimostrano sempre di grande qualità e che ormai le imperfezioni artigianali, a cui si additava con biasimo snob in passato, siano un lontano ricordo. Nei due giorni che ho trascorso all’Hotel Columbus sono riuscita a degustare parecchio, scoprendo aziende che non conoscevo ancora e confermando la mia opinione su produttori che invece fanno parte da tempo della mia cantina personale (che peraltro si svuota a una velocità spaventosa…). E’ stato davvero interessante il giro in Sud Italia, con una menzione particolare per il Fiano d’Avellino di Ciro Picariello, sempre inarrivabile, il Faro Bonavita 2006, l’Etna Rosso Quota 600 di Graci e il Catarratto di Nino Barraco, che ogni volta mi sembra più magnetico. Questa volta mi sono soffermata un po’ più a lungo sui vini laziali de La Visciola, che mi sono resa conto di non avere mai considerato abbastanza, e di Le Coste, con un Aleatico che non smette di stupirmi. Più a nord, ho riassaggiato con piacere il Brunello di Stella di Campalto, il Valpolicella di Villabellini e il Sassaia di Angiolino Maule. La sosta in Friuli è stata più lunga del previsto, perchè questa volta ho deciso di non lasciare niente in disparte. Naturalmente sono partita dal Jackot di Terpin, che ormai conosco particella per particella, per passare alla Vitovska di Zidarch e a quella in anfora di Vodopivec; chi non conoscevo ancora bene era Klinec, che mi ha entusiasmata con la Malvasia. In Piemonte non vorrei soffermarmi troppo, perchè potrei essere tacciata di campanilismo; ma Rinaldi, Cappellano e il Barbaresco di Cascina delle Rose sono sempre fra i miei preferiti. E non ho parlato di Sanguineto, San Fereolo e Foradori: amo talmente i loro vini, che nessuno penserebbe che sono obiettiva.

Qui di seguito la video-intervista che ho fatto a Tiziana Gallo durante un giro per i produttori presenti per la prima volta a Vini Naturali a Roma.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

ELIANA NEGRONI

Double passion: jewels and wine | talking about unconventional jewellery and wine experiences

Decrescita Felice Social Network

Il documentario sulle donne del vino naturale

GustoVino

Il documentario sulle donne del vino naturale

armadillo bar | vino-cibo e musica

Il documentario sulle donne del vino naturale

Intravino

Il documentario sulle donne del vino naturale

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Carta Igienica

Riflessioni da bagno nell'Italia che scoppia

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: